3 September 2008

Paura da emiro!

Nelle ultime ore di mercato,il Manchester City è diventato uno dei club più ricchi,se non il più ricco al mondo,grazie all'acquisto del 90% delle azioni del club da parte dell'emiro Al Fahim.Subito dopo aver raggiunto la maggioranza azionaria,il miliardiario ha portato a Manchester il brasiliano Robinho sborsando una cifra pari a 42 milioni di Pounds!

Inevitabilmente,sono saltati fuori articoli di giornale relativi ad una maxi offerta degli Sky Blues per il nostro metronomo Fabregas e per la punta del Liverpool Torres.Personalmente non credo che Al Fahim possa arrivare a tanto e lo spero per il bene del City,club che stimo e simpatizzo e al quale auguro di riempire al più presto di trofei la loro bacheca.
Sicuramente i Citizens diventeranno prossimi avversari diretti per la leadership in terra d'Albione e di questo sono veramente felice,ma,l'altra parte della medaglia,vedrà inevitabilmente morire quei giocatori simbolo che incarnano la filosofia di questo magnifico club,al momento mi viene in mente capitan Dunne.
Sul fatto che sia giusto o meno che il Football sia ormai aperto a queste valanghe finanziarie bisogna chiarire alcuni concetti,visto che chi lotta per il titolo ha comunque un base finanziaria estera,il Manchester United e il Liverpool(azionariato americano),il Chelsea(Detenuto dal petroliere russo Abramovich),la stessa Arsenal(la famiglia inglese Hill-Wood mantiene la proprietà del club,ma il russo Usmanov ha una imponente fetta azionaria e lo stesso sponsor commerciale ha sede a Dubai) ,il City,in un mondo dove la tradizione sembra contar sempre meno,ha tutto il diritto di togliersi qualche soddisfazione adeguandosi al trend del periodo.Personalmente preferirei il Football di una volta,tramandato da libri e filmati,con giocatori,spesso cresciuti nel settore giovanile(in foto sopra,un esempio),pagati per quanto realmente valgono e presidenti dagli investimenti mirati,ma,vista l'era e il conseguente adeguamento ai tempi correnti,non comprendo coloro che tacciano la Premier come monotona,perchè contesa da solo quattro squadre,(e in Europa non esiste campionato così) e poi si rammaricano vedendo che il City potrebbe aggiungersi alla suddetta compagnia! Voi che dite?

5 comments:

CITY CLUB ITALIA said...

Carissimo Francio, mi sento leggermente parte in causa. Noi siamo tutti sotto shock e siamo felici. Forse potremo tornare a vincere dopo una vita. Ho scritto un pezzo per il mio blog al riguardo. Neanche a me piace il nuovo calcio, o meglio mi piace meno del vecchio. Non concordo con te sul concetto di giocatore simbolo associato a Richard Dunne ma questa è solo un'opinione. Oramai nel calcio contano moltissimo le disponibilità economiche di ogni club e se dopo decenni di sofferenza possiamo ora toglierci qualche sassolino dalle scarpe...beh...ce lo meritiamo. Il problema è che molti puristi si divertono solo se a vincere sono le squadre di sempre e se qualcuno entra nel Gotha si innervosiscono. Mi fa piacere leggere una possibile "apertura" nei nostri confronti: in fondo non siamo peggio di altri...ora forse siamo solo molto più ricchi! Ti prego di entrare nel mio blog e di leggerti il post intitolato "ma quale crisi di identità". Vorrei un tuo parere anche se so già che sarai quasi totalmente d'accordo con me. Ti abbraccio e c'mon gunners!

yashal said...

Ma perchè un emiro non viene a comprarsi la Lazio??????????uff
Cmq il city mi è sempre piaciuto sarà x i colori..ciao

ps poi mi devi spiegare come si fa la firma xsonale..è fighissima!!

chris said...

...di sicuro il potere economico di questo emiro fa paura,anche a chi tifa per una squadra,l'Ajax,che da sempre è stata privata dei giocatori migliori emigrati in Spagna,Italia ed Inghilterra proprio per via dei soldi!
Bel blog,ti aggiungo ai miei link consigliati!

Entius said...

Credo che la valanga di soldi piovuta su Manchester sarà dannosissima.
Si arriverà a cifre folli per acquistare i campioni e inevitabilmente si innalzeranno i salari.
Il Manchester City ne beneficerà ma tutte le altre ne subiranno le conseguenze

RENATO said...

Assolutamente condivisibile il tuo intervento anche da parte mia! Vorrei solo puntualizzare una cosa. C'è una precisa operazione immobiliare a lungo termine, caro amico Gunner, alla base degli ultimi 2 take-over del nostro caro City! Dapprima Shinawatra, che ha dovuto lasciare perchè aveva i suoi beni congelati nel suo paese, adesso gli emiri di Abu Dhabi vogliono realizzare un nuovo quartiere residenziale nel vasto e attualmente deserto terreno attorno il nostro nuovo stadio cittadino.
Primeggiare va bene, ma realizzare qualche buon affaruccio per questi arabi ammalati di mal della pietra verrà prima di ogni cosa! Un caro saluto e, a proposito, non preoccuparti per Cesc! I boatos di mercato lasciano il tempo che trovano, vedrai! Un caro saluto - RENATO

© ToscanArsenal_sito ideato e creato da Francio McLintock.

..........................On-line dal 26 Dicembre 2007 ®.

Premiership Live