14 August 2009

Finalmente, REALmente si riparte...

Vigilia importante quella odierna, e non perchè domani è Ferragosto...ancora poche ore e a Stamford Bridge avrà il via la Barclays Premier League 2009/2010. Sarà una stagione senza dubbio interessante nella quale i temi da evidenziare e analizzare non mancano. Eppure questo campionato potrebbe deciderlo alla fine una squadra non inglese, ma spagnola: il Real Madrid!!Eh sì, proprio Florentino Perez e i suoi tanti soldi messi a disposizione dei suoi Galacticos hanno rivoluzionato il mercato europeo e segnato profondamente la stessa Premier.
Andiamo con ordine e analizziamo quelle squadre che sulla carta dovrebbero lottare per il titolo.
Prima a scendere in campo il nuovo Chelsea di Carlo Ancelotti, già detentore del Community Shield ma non molto dissimile negli uomini a quello della passata stagione (l'unico acquisto di rilievo è Zhirkov, peraltro a mio modo di vedere un ottimo affare). Il magnate russo Roman Abramovich ha ingaggiato forse l'allenatore che meglio di chiunque altro sa gestire le varie insidie che portano alla conquista della Coppa dei Campioni, vero grande obiettivo dei Blues, ma forse questo porterà a qualche calo di tensione in Premier, dove anche in campi sulla carta più agevoli puoi rischiare figuracce. Il roster è di primissimo livello, anche se forse manca qualcosa in fase offensiva; per questo Ancelotti avrebbe richiesto agli albori del suo arrivo l'acquisto di Kaka da affiancare a Drogba, ma il già citato Don Florentino è arrivato a Milanello e ha convinto Galliani a cedergli il suo asso.
Poi toccherà al City, la squadra che ha speso di più nel mercato inglese e che grazie a investimenti arabi ha deciso di portarsi a casa gente del calibro di Adebayor, Toure, Barry, Santa Cruz e Tevez, mica poco...ovvio che con questa faraonica campagna acquisti vogliano puntare al titolo, ma ci sono 3 punti che giocano a loro sfavore: a) manca ancora qualcosa in difesa, giocare con Dunne affosserebbe le ambizioni di chiunque; b) per creare una squadra non bastano 18 fenomeni ma ci vuole tempo, sacrificio e unità di spogliatoio; c) per vincere serve un allenatore.

Domenica è la volta dei campioni in carica dello United, orfani del giocatore forse più rappresentativo, ovvero Ronaldo, finito nel palcoscenico del Bernabeu (ancora questo Real che ritorna...) e gelati dal passaggio agli odiati rivali cittadini di Tevez (bellissimo quel poster fatto attaccare per le vie di Manchester dal City) ma con 2 scommesse di rilievo: rigenerare Micheal Owen (a mio parere un acquisto splendido di Sir Alex) e far esplodere Valencia, dimostrando che è da grande squadra (non sarà il sostituto reale di Ronaldo; l'ex numero 7 sarà sostituito oltre che dall'ecuadoregno anche da un nuovo modo di giocare a mio modo di vedere). In più consiglio di segnarvi 2 nomi: Gabriel Obertan, acquisto poco reclamizzato ma che può risultare un colpo come fu quello di Ronaldo dallo Sporting, e Dusan Tosic, un gioiellino che a me personalmente ha impressionato nelle occasioni in cui l'ho potuto vedere.
Ultima a scendere in campo sarà il Liverpool di Rafa Benitez, a cui è stato scippato il cervello e metronomo della mediana nonchè pedina fondamentale, Xabi Alonso (indovinate da chi?..) e un ricambio utile in difesa come Arbeloa (ancora una volta chi l'ha preso?) sostituendoli con Aquilani (giocatore diverso per di più indisponibile per almeno un altro mese e mezzo) e Glen Johnson, pagato uno sproposito ma che saprà farsi valere...sarà decisiva il cuore Reds di Gerrard e la continuità che non ha avuto la passata stagione (causa infortuni) di Torres: senza quella sarà dura ambire al titolo.

Ultima squadra di cui parlare è un team che non è stato reclamizzato molto in estate tra i favoriti, che per molti si è indebolito, che per molti è in crisi, ma che voglio mettere tra le candidate e non solo perchè "parlo da tifoso": l'Arsenal. Beh, se ci pensate, quel maledetto Real voleva Wenger come comandante della truppa galattica e Arsene ha risposto picche, voleva Clichy sulla sinistra e Arsene ha risposto picche, voleva Sagna a destra e Arsene ha risposto picche, ha tentato Fabregas per una estate intera e Wenger ha risposto picche...i Gunners sono l'unico team scampato al ciclone-Real, l'unica squadra non depauperata in qualche modo dagli spagnoli, al contrario delle altre 3 grandi. Sì, ha ceduto Adebayor e Toure al City, ma ricordiamo che il primo è un anno che si trova in lista di sbarco (la scorsa estate dopo i 30 gol si è venduto a mezza Europa cercando un presidente che lo pagasse anche un euro in più di quello che percepiva a Londra) e il secondo è da Gennaio che ha deciso di cambiare aria, a causa della lite furiosa con Gallas, invece rimasto alla corte di Wenger (magari avrei invertito le parti cedendo il francese e tenendo l'ivoriano, però ormai è andata così). E' arrivato Vermaelen, un elemento da verificare, c'è Arshavin da inizio stagione, ci sono van Persie e Walcott contenti per i nuovi contratti, c'è la voglia di riscatto dopo una stagione opaca, c'è la voglia di crescere di giovani come Ramsey, Wilshere, Gibbs, Vela, Song (peraltro già maturato enormemente nel finale della passata stagione) e altri ancora...perchè non crederci??
Attenzione inoltre alle mine vaganti Aston Villa, Everton e Tottenham, le quali potrebbero inserirsi nella lotta al quarto posto, e sarà interessante anche la lotta per non retrocedere, sempre più folta di pretendenti.
Per concludere un doveroso saluto a un grande uomo che ha fatto la storia di questo meraviglioso sport in Inghilterra, un Sir non solo nel nome, il quale verrà ricordato su tutti i campi prima dei match...addio Bobby, ci mancherai..

1 comment:

Andrea said...

www.pianetasamp.blogspot.com

Che vittoria scoppiettante per l'Arsenal! Miglior inizio davvero non poteva esserci...ciao!

© ToscanArsenal_sito ideato e creato da Francio McLintock.

..........................On-line dal 26 Dicembre 2007 ®.

Premiership Live