25 March 2009

Terra d'Albione,Chapter-one

Mentre le luci della mattina facevano capolino,sfocate,all'orizzonte,il mio B737-800 si stava alzando in volo donandomi,come ogni volta accade,soddisfazione,esaltazione e brivido..Nemmeno il tempo di godermi il volo che già siamo pronti per toccare terra,colpo secco,frenata brusca,applauso di rito,bellissimo,come sempre..
Giunto a King's Cross spendo il Venerdì in un giro di ricognizione della capitale,toccata e fuga a Camden,mi reco alla''dimora''di Scherlock Holmes,Baker Street,inoltrandomi fino a Regent's Park,parco che non ero mai riuscito a visitare per intero..
Pasto frugale e il Craven Cottage già chiama,gli avevo fatto visita nel 2004 ma la voglia di bissare era troppa,riesco perfino ad entrare grazie alla gentilezza di due ragazze della segreteria..Attraverso Putney Bridge e punto Lacy Road per andare a trovare l'amico Max,purtroppo vista l'ora trovo chiuso e mi accontento di una foto di fronte all'''Isola del Sole''!La mattina seguente scendo subito in pellegrinaggio per le vie di quartiere attorno ad Highbury, soffermandomi alle varie bancarelle in cerca di spille e qualche programma...giunto al The Grove,dalla via in leggera discesa che si imbocca una volta terminata la famosa Avenell Road,acquisto il match programme da lui,Mr match programme!Verso l'ora di pranzo mi concendo un fish&chips con l'amico Luca e una pinta tutti assieme al Gunners Pub,dove l’Arsenal vive ancora nei ricordi di coloro che la coltivano ormai da anni,molti da decenni e tra un litro e l’altro schrezano e magari ripassano le loro esperienze al seguito della Red&White Army,notti dolci ed amare in Europa,freddi pomeriggi trascorsi come sardine nelle terraces che furono..14.20 circa,la fiumana che porta al The Grove ci attende,meglio mettersi in coda e raggiungere il tornello di competenza...

Qualcuno,qualunque sia l'avversario di turno,ci tiene a testimoniare il suo affetto ai cuginetti Atmosfera soporifera ma comuque gradevole,gli Whites fanno un gran baccano i gooners si accendono solo nelle azioni che contano dormicchiando nelle fasi centrali,proprio quelle dove il calore farebbe più comodo..
Il The Grove versione Sold Out è comunque un bel vedere,la sua struttura architettonica ad onda con le coperture a spiovente catturano l'occhio,nonostante la modernità all'interno tenda a spiccare fin troppo..I tempi che corrono portano a costruire impianti ad ellisse certamente imponenti ed appariscenti ma non stimolanti come i caratteristici rettangolari,ancor più trendy quando gli angoli del campo vengono lasciati vuoti permettendo allo spettatore di apprezzare il connubio stadio-quartiere!
Facciamo sfollare il The Grove ci concediamo qualche foto di gruppo e poi per me è già tempo di lasciare la capitale,un treno per Durham mi aspetta,all'indomani mi sarei recato nella città di Newcastle.Di buona mattina parte la trasferta nella città dei magpies,indovinando,per pura fortuna,il seggiolino giusto nel vagone mi godo l’approccio alla stazione centrale con l’immagine monolitica del St.James’s Park,che,posizionato a Nord della città,domina lo skyline cittadino!La città di Newcastle,anzì di Newcastle upon Tyne prende vita arrampicandosi sulle sponde Nord del fiume Tyne,inutile dire che il percorso che dal fiume porta al centro cittadino sia inevitabilmente in salita!
Grey Street è l’arteria principale,hanno luogo qui il Royal Theatre(sulla sinistra in foto sotto)ed altri edifici storici della città.
Il centro cittadino corrisponde con il Charles Grey Monument,politico britannico vissuto tra il settecento ed l’ottocento,lo si scorge per la sua altezza percorrendo fino in fondo l'omonima arteria.Percorrere questa strada e scorgere sulla nostra sinistra il St.James è cosa immediata,visto in lontananza appare bellissimo nella sua imponenza e nelle sue forme nette dettate dal forte contrasto di altezze.La Sir John Hall Stand e la Milburn Stand spiccano sulla ben più contenuta East Stand mettendo in risalta le suggestive vetrate presenti negli angoli per proteggere la Toon army dai venti che spesso soffiano dal Mar del Nord.Avvicinando l’impianto cemento e lamiere prendono fin troppo forma e si perde il contrasto sopra sottilineato,fino a quando non si giunge al parco Leize dove il il St.James si incastra alla pefezione!
Ad Est dell’impianto il bellissimo centro universitario della città…Purtroppo al St.James non sono così friendly come al Cottage,il tour costa 10£ e i Magpies sono in contemporanea impegnati a Bolton,coloro che dovrebbero curare lo stadium tour sono,a buon ragione,a scolarsi una pinta di fronte alla TV!
Uscito dal St.James mi dirigo a sud verso il fiume Tyne e lungo il percorso incrocio il castello della città.Dopo la dominazione romana,in quei tempi la città fungeva da avamposto al Vallo di Adriano che si trova qualche chilometro più a Nord,i normanni costruirono questo nuovo castello come segno di una nuova era per la città e da tale costruzione derivò per l’appunto il nome di Newcastle!Accattivante la vista che si può godere dal Millennium Bridge,(Il Tyne Bridge,in foto)Il Tyne Bridge domina il panorama e collega la zona Sud,detta Gateshead,con la città di Newcastle Upon TyneUn mercatino improvvisato lungo le sponde del Tyne anima la mite domenica pomeriggio a Newcastle,mi concedo un burger imbottito all’inverosimile di cipolla e guardo sorpreso il Tyne Bridge che taglia la città come una lama nel burro..Si fa sera a Newcastle,il freddo inizia a pungere,meglio cercare un pub per gustarsi quel che rimane della finale di Coppa di Lega e prendere in tarda serata il treno di ritorno per Durham..
To be continued...

1 comment:

Massimo said...

Mi dispiace tantissimo non avert incontrato. Se mi avessi chiamato sarei rimasto ad aspettare, di certo...
:)

ciao

© ToscanArsenal_sito ideato e creato da Francio McLintock.

..........................On-line dal 26 Dicembre 2007 ®.

Premiership Live